impasto di nuvole

ho scoperto che si possono inventare sogni come fossero storie.
sono talmente veri che ad un certo punto vedi davvero un pettirosso dall’aria curiosa sulla spalla.
sono talmente veri che ti sembra di conoscere voci che non conosci, movimenti, in che direzione svolazzano i capelli.
è un sogno dove per un po’ quasi tutto è fermo, tranne il mare.
DSC_0102
forse sono davvero impastata con pasta di nuvole, bianche o nere che siano.
prendo i pezzi di vetro che colorano il mio kaleidoscopio e invito chi sa leggermi fra le righe a guardarmi dentro.
a sfogliarmi come fossi un libro dalle pagine tutte bianche. e a raccontarmi quello che sono.
sto nel buio ad ascoltare il mio respiro. raffreddato. annaspo.
 
è difficile aprirsi, è difficile capirsi, è difficile parlarsi anche a volte. A volte quando scrivere è molto più facile.
quando potremmo scriverci da una stanza all’altra poi uscire nel corridoio ad abbracciarci  in silenzio.
 
giochiamo complici, girando intorno, un piede davanti all’altro seguendo un cerchio tracciato nella sabbia.
sembra quasi una danza, un rito propiziatorio, una scelta.
giriamo intorno a noi stessi e intorno a quello che siamo. intorno a quello che sappiamo.
ci giriamo intorno perchè ci piace, ma non vogliamo farlo volare via.
come quel pettirosso sulla spalla.
siamo come gatti, un po’ diffidenti e un po’ impauriti, con la schiena sempre inarcata pronti al balzo. ci muoviamo sinuosi con la coda grossa e teniamo gli occhi fissi al centro del cerchio.
e sarà quando mi dirai di aver visto mille figure diverse nel kaleidoscopio che capirò che mi hai visto.
 
sarà quando avrai visto mille figure nel kaleidoscopio che ti abbraccerò senza paura e ti vorrò bene.
 
il fatto che io stia qui a ticchettarlo ora non vuol dire che non abbia già abbassato la schiena e non abbia già smesso di girare intorno.
Annunci

3 pensieri su “impasto di nuvole

  1. Non è da tutti essere stati impastati con le nuvole… non è da tutti essere un kaleidoscopio fatto di mille, meravigliose sfaccettature…e fortunato chi, in quel kaleidoscopio, può guardare e perdersi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...