è davvero Natale. sì.

Lo giuro non vedevo l’ora di scriverli.
i resocontiiiiiiiiiiiii di fine annooooooooooooooooooooooooooooo.
non farò dei resoconti di fine anno, promesso.
non farò sviolinate su quante persone MERAVIGLIOSE ho avuto intorno quest’anno.
Virtualmente e non.
Perchè la realtà è che non è importante e chi è fatto di pixel un giorno avrà un profumo. avrà il calore di un abbraccio, avrà un sorriso in tridimensionale.
Per me è sempre stato più facile scrivere che parlare.
E’ sempre stato più facile e giusto girare intorno alle persone fino ad innamorarmene, pur sapendo dal primo passo che sarebbe successo.


E allora mi viene da dire solo grazie. Non so nemmeno a chi e perchè.
Perchè quest’anno c’è stata lei.
Quella che saltella fra le ellle, parla poco, abbraccia che nessun’altro abbraccio è uguale. Riempie ogni angolo, tutti i giorni. Con il suo sorriso e il suo sguardo un po’ malinconico. Leggera, come una girandola che colora il cielo grigio.

Quest’anno c’è stata lei.
Quella che ci tiriamo i capelli e ci abbracciamo sotto la pioggia, che vuole bacetti e che non fa differenza se siamo a estremo nord o estremo sud, il fatto è che lei c’è sempre. E’ un ciclone, ti travolge. ti sconvolge. lei che non conosce le mezze misure e se ti regala un pezzo di cuore sta sicuro che non si è sbagliata.

Quest’anno c’è stata lei.
Quella che la moda ce l’ha nel DNA e sa proteggerti dal sole e dalle cose brutte. c’è sempre per una carezza, sprizza allegria ed è specializzata nell’addormentarsi mentre le parli.

Quest’anno c’è stata lei e la sua piccola cassettina di pere che abbiamo visto davvero crescere. dal primo momento al primo urletto nel mondo.
Lei che sogna e fa la mamma, che ha il T9 più alternativo del mondo e che riesce sempre a regalarti un sorriso.

Quest’anno c’è stata lei, altra sfornatrice di meraviglie.
Quella che ti fa trovare la torta di compleanno con tanto di stelle zuccherose e candelina. e gli abbracci. che quelli non bastano mai.

Quest’anno c’è stata lei e lei.
Quelle che potrebbero riempire un’isola di manicaretti. e abbracci. e apprensione. e.
Mi hanno fatto amare i cani, mi hanno messo creme sulle scottature, mi hanno parlato delle piante, mi hanno spiegato che la sobrietà è tutto.

E poi lei.
Sempre pronta ad aiutarmi nei momenti di crisi informatica, una cena giapponese promessa, un mare di sorrisi.

E poi quest’anno c’è stata lei.
Quella con il sorriso contagioso, che un aperitivo o un caffè non è mai abbastanza e bisogna riorganizzare.

E poi quest’anno c’è stata lei.
Una striscia pedonale di cuoricini ingannevoli. che poi quando la saluti e gira l’angolo piangi. la mia correttrice di bozze, la mia sfidante ai pollici e alle cuscinate. la sarda meno sarda che c’è, ma indubbiamente quella più da strapazzare di coccole.

E poi quest’anno c’è stato lui.
L’ingegnere zen che ti riesce a tenere incollato raccontando. Una specie di menestrello con la chitarra che ti racconta e racconta e si racconta. Ti fa girare la testa dar calabbrese e anche lui a sorrisi mica perchè scherza eh.

E poi ci sarà lei. semplicemente che non vedo l’ora di scricchiolare. Ma proprio di quei “non vedo l’ora” come quando sei bambino e vuoi aprire i regali sotto l’albero. Ma proprio di quei “non vedo l’ora” che in realtà l’ora la vedi eccome e aspetti che arrivi.

Poi c’è la mia bionda, con cui fai l’albero di Natale e bevi camomilla di notte chiedendoti dove saremo fra un anno e perchè mai siamo così bionde.
Ci sono le amiche di sempre che ti vengono a trovare e a cui puoi regalare qualche posto magico sconosciuto.

Un anno pieno.
Di cose.
Brutte, ma anche le più belle che forse vanno ben impacchettate e inscatolate e tenute strette.
Sì parlo proprio di voi.
Su, entrate nelle scatole e fatevi tenere sempre in tasca, proprio qui. dove c’è il cuore.

DSC_0127

Buon Natale, sì. Perchè quest’anno qualcosa di magico, c’è.

Annunci

31 pensieri su “è davvero Natale. sì.

  1. E porcaccia la miseria.
    Io e te dobbiamo smetterla di farci piangere a vicenda.
    Anzi no, è meglio se continuiamo.
    Però quest’anno riprometto di mollare il lavoro più smesso e di mettermi in macchina (!!!) e di venirvi a trovare. Ecco.
    Così un pianto ce lo facciamo insieme. Magari davanti a Moulin Rouge.

      • E siccome dal PhonePhone (in ferie mica lo accendo il mac che non ho la connessione a internet a casa metapinauffsgruntetc) non vidi il tuo reply.. Che ti voglio bene occorre dirtelo ancora, anche se sei bionda e pure bestia. e che questo nuovo template mi piace assai te lo debbo dire anche questo. tzè.

        • E cmq io ancora il nome di quella via me lo dimentico. Me lo ricorda Lui. o Tu. ma io di certo non lo imparerò mai, come 7×8. Sia messo per certo.

  2. io non ho parole…. non so davvero cosa dire. potrei scrvere questo commento con il mio t9 ma non lo farò. grazie per avermi pensato. per esere tu. ti voglio bene! buon natale!

  3. mi raccomando per me carta con cuoricini rosa molto molto fescion :*
    e presto ti vengo a far scricchiolare tutte le ossa, e anche alla signorina con troppe llll
    e per quelle più lontane: siete sempre con me, nei miei pensieri, nelle mie parole (vi nomino di continuo) e nel mio cuore. e ci abbracceremo presto perché così deve essere.
    buon Natale a tutte ❤

  4. ma che meraviglia. e fanculo. perché un fanculo ci sta sempre bene, basta che sia sobrio.

    e che figata questo templeit, coi palloncini che si sollevano, e che un po’ stanno in mezzo ai coglioni e un po’ no.

  5. Dovete smetterla di farmi piangere, non è possibile! Ogni volta che metto piede nei vostri blog la finisco singhiozzando come una deficiente davanti al monitor.. e che cazzo.
    Detto questo.. mi maaaanchiiiii 😥 E mi hai fatto venire voglia di fare un biglietto e venire lì solo per abbracciarti (e poi ovviamente prenderti a cuscinate, ma insomma. ci siamo capite) Uffa. Va be’, la smetto di frignare. Buon Natale sa pippìa.. tivogliobbbbbbbbene! ❤ e grazie di esserci!! 🙂 a te, a mamma mari, pagnottina, ale, paola, cri e tutte le altre. ❤ VI voglio bene!!!!!

    • ❤ Augurissimi Marty, io ti aspetto eh. quando vuoi venire u.u altrimenti guarda, torno io. non è che.
      par facile liberarsi di me einveeeeeeeeece.
      ti vogliobbbbene anche io ❤ tante cuscinate per te, pitticchedda 😉

  6. Saranno validi gli auguri con 5 giorni di ritardo?! Natale l’ho passato al pronto soccorso…pensando a questo anno da dimenticare per tante cose, mi sono resa conto che, d’altro canto, è stato probabilmente il più ricco di incontri autentici di tutta la mia vita. Ho scoperto e mi sono lasciata scoprire da persone che stanno facendo la differenza nella mia vita. Per questo mi sento molto vicina a quello che hai scritto. Buon Natale in ritardo allora, ma non per questo con meno affetto…anche questo tuo piccolo, preziosissimo spazio è stato ed è un dono bello per me!

    • Luci! cielo ma certo che valgono, gli auguri valgono SEMPRE.
      ne approfitto per ringraziarti, perchè ci sei sempre. trovi sempre due minuti per passare di qua e lasciare una carezza.
      Quindi anche io ti faccio tanti auguri in ritardo e spero che il prossimo anno sia meglio. e si facciamo tutti un po’ la differenza ❤ grazie 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...