La Grande Bellezza? è Blu.

Adesso posso asserire con certezza che il mio Natale è stato Blu.

E’ stato un Natale lineare, senza sbalzi di tensione, per lo meno.
Piatto come la superficie di un lago di calma, come quel cobalto che copre le nuvole di notte, denso e sempre più scuro.
Schiaccio l’acceleratore, mentre mi slaccio l’ultimo bottone della camicia che mi preme sulla gola.
La testa mi pulsa per le troppe urla, il volume troppo alto delle voci e della televisione. Alzo la radio e schiaccio l’acceleratore di più.
Io e gli zii intellettuali avevamo deciso di andare al cinema a vedere Blue Jasmine, finché davanti alla porta del cinema ci hanno detto che “No ci dispiace, hanno cambiato ieri sera la programmazione, il film ci sarà dal 27 dicembre”.
C’è una leggera foschia, a sfumare il cobalto del cielo. C’è sempre una leggera foschia in Emilia Romagna, è un po’ come la pioggerellina delle 18 di Londra.
Le luminarie sono meravigliose, forse molto più belle di quelle di Roma. Camminando sui ciottoli del centro storico mi sento improvvisamente adolescente e alzo la testa riempiendo i polmoni.
Ho degli omini di pan di zenzero con il cuore rosso ad illuminarmi la testa.

Tornata a casa, un po’ infastidita dalla questione cinema, ho deciso di guardare un film.

La Grande Bellezza.

Ne sentivo parlare da un po’ e ho pensato che la sera di Natale era sicuramente il momento giusto.
C’era chi, in merito, continuava a dirmi “ti dico solo fenicotteri”. E io l’ho capito, poi, cosa voleva dire con quel “fenicotteri”.
E’ un film a tratti crudele, per la verità che ti sbatte in faccia.
Io non lo so, se esista una “Grande Bellezza”. Una unica. O se basti cercarla per vederla in ogni cosa, la Bellezza. Ma cercare cercare cercare senza magari rendersi conto di quanta ne abbiamo intorno lo trovo stupido.
Accontentarsi mai, ma strafare nemmeno. O si rischia di rimanere con il “niente”.
Mi risale alla mente quel funambolo, Philippe Petit, che diceva “bè le piramidi non sono altro che granelli di sabbia” e: chi si stupirebbe davanti a un pugno di sabbia?
La Grande Bellezza è in quei tramonti fra le foglie secche, è in via dei Fori Imperiali deserta in piena notte quando il Colosseo è una pallina lontana piena di puntini luminosi, in qualcosa di appena nato, in un dolce così buono che non ne mangerai mai un altro così, in un libro che ti fa piangere, in quello che emoziona, forse.
La Grande Bellezza è nel mare che si stende a lungo e non ne vedi la fine perché diventa un tutt’uno con il cielo. E’ in un paio di occhi che ti sanno guardare fino ai filamenti nervosi.
Poi boh, magari ce n’è una più grande e più bella, ma non ne sono poi così sicura.

Sono andata a letto riflettendo sulle piramidi e la sabbia, con la mia nuova graphic novel “Il blu è un colore caldo” con l’intenzione di leggerne un paio di pagine.

Alle tre di notte mi sono ritrovata sul letto con gli occhi pieni di lacrime, fissa sull’ultima pagina.
E mi ha fatto un male che non si può spiegare, perché non c’è niente di artefatto o di finto.
E’ stata una sera così reale che ha fatto male.

Non si può perdere tempo a fare ciò che non ci interessa, che non ci va.
Non si può perdere tempo a non accettare quello che si sente, quello che siamo, quello che sentiamo.
Non si può uccidere la gente per stare bene, ma si può vivere. Si può vivere a pieno senza precluderci nulla, sempre nel rispetto degli altri e soprattutto di noi stessi.

Andarsene, rimanere, scegliere, seguire l’istinto, seguire i brividi, seguirsi. Perdersi. Ritrovarsi.
La felicità è una manciata di cristalli ghiacciati, vanno presi a piccole dosi come un elettroshock, no?
Trovare un posto, che non sia un posto unico, ma che sia il nostro posto. E che non sia mai lo stesso, forse.

Altrove c’è l’altrove. Io non mi occupo dell’altrove.

20131226-132707.jpg

Annunci

4 pensieri su “La Grande Bellezza? è Blu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...