WhoWhatWhy

Timida fin da piccola, arrampicata su un albicocco ormai secco, stringo un’amicizia senza tempo con il piccolo principe.

Qualcuno mi definisce un’equilibrista squilibrata. Un Edward mani di forbice con le matite al posto delle forbici.

Amo leggere più le persone dei libri, osservarne i dettagli più invisibili e raccoglierli in scatoline dentro la mia testa, dove le ritrovo a distanza di anni.

Viaggio perennemente alla ricerca di me stessa e riesco sempre ad imparare qualcosa in ogni posto che calpesto. Soprattutto quando vado alle cascate paradiso e mi appisolo su una nuvola di cannellini. Oppure quando indosso il casco di marshmellows e sfreccio su motorini che vanno a zucchero filato.

Ho tessuto una rete di abbracci e camminare sulla mia fune slineata non mi fa più paura, perché so che non mi farei male cadendo.

Mi piacciono i tramonti e da casa mia se ne vedono almeno quarantatré. Abito sull’asteroide B612 ed è proprio il 12 che il sole per me è sorto quando fuori c’era la nebbia.

Amo la musica, disegnare e scattare foto.

Amo il mare e quello che nasconde. E i gatti.

La pizza e anche il gelato.

Credo che svegliarsi senza ricordare un sogno sia solo una scusa per continuare a sognare, anche quando gli occhi sono aperti.

Per un po’ non ho creduto nell’amicizia, ma poi è successo che è stata lei a ricominciare a credere in me.

Così è. Se vi pare.

[UNDER CONSTRUCTION]

Annunci